I lipidi o grassi

Visita d’idoneità all’attività sportiva agonistica
settembre 5, 2018
ABOLITO l’obbligo di vidimare, alla propria ULSS, il CERTIFICATO rilasciato dal Medico dello Sport
ottobre 1, 2018

I lipidi o grassi

Stiamo prendendo consapevolezza che il legame tra alimentazione, salute e forma fisica è importarte sia individualmente che socialmente. Un costante esercizio fisico migliora l’efficienza del corpo e agisce positivamente sull’attività mentale.

Per tutti, in particolar modo per chi fa sport, è quindi importante sapere che :

  • Una dieta ricca di alimenti che garantiscono un apporto di acidi grassi insaturi può certamente giovare alla salute. Se parliamo di un atleta, giovano alla prestazione sportiva. L’assunzione di grassi non deve superare il 25/30% del contenuto totale di energia nella dieta. 
  • I lipidi o grassi sono sostanze organiche. Servono da riserva energetica utilizzabile dal muscolo (forniscono tra il 30% e l’80% dell’energia totale per l’attività fisica, a seconda dell’intensità dell’attività),  sono costituenti strutturali delle membrane cellulari e favoriscono la sintesi e l’assorbimento delle vitamine A, E,K E D. Sono la seconda fonte energetica impiegata dal corpo umano durante un esercizio fisico. La prima fonte sono i carboidrati.
  • L’allenamento favorisce l’ossidazione dei lipidi. Questo fenomeno permette ai soggetti allenati  di risparmiare glicogeno (zucchero di riserva animale) e allontanare l’affaticamento.
  • Se tutti i grassi sono uguali per apporto energetico,  sul piano della qualità sono diversi. Possono essere saturi, monoinsaturi e polinsaturi e possono avere effetti positivi e negativi sulla salute
  • Gli acidi  grassi saturi, se in eccesso, possono provocare un aumento dei livelli ematici di colesterolo 
  • Gli acidi grassi insaturi (oli vegetali, noci, nocciole, olive e pesce) aiutano a ridurre il livello del colesterolo cattivo.
  • Gli acidi grassi di origine vegetale sono da preferire rispetto a quelli di origine animale perchè i lipidi di origine vegetale, fatta eccezione per alcuni tipi particolari come l’olio di cocco e di palma, sono ricchi di acidi grassi insaturi.